Conservazione documenti informatici


Il sistema di conservazione digitale è un insieme di procedure, di strumentazioni ed attività finalizzate alla salvaguardia nel tempo dei documenti digitali, nativi e non, dei loro contenuti e delle informazioni necessarie a garantirne la riproducibilità, integrità, autenticità e leggibilità nel tempo in ambienti tecnologici diversi da quello d’origine; oltre al singolo documento informatico, il sistema di conservazione deve assicurare il mantenimento di tutte quelle informazioni di carattere descrittivo e gestionale che possano assicurarne l’interpretazione (contenuto, elementi, contesti).

Il sistema attribuisce valore legale, civile e fiscale, al documento digitale conservato; il valore così attribuito al documento informatico ha piena efficacia probatoria, al pari dei documenti analogici o cartacei.

Le regole, le procedure, le tecnologie e i modelli organizzativi che definiscono il sistema di conservazione dei documenti digitali e la disponibilità dei fascicoli elettronici, sono state compiutamente definite e sono stati fissati i requisiti elevati in termini di qualità e di sicurezza per l’accreditamento presso AgiD dei soggetti che possono svolgere attività di conservazione.

Marno srl ha ottenuto l’accreditamento a svolgere la conservazione dei documenti informatici di cui all’art. 44-bis comma 1 del decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e s.m.i e iscrizione nell’elenco dei conservatori accreditati di cui all’art.1 della Circolare AgID n. 65 del 10 aprile 2014.

Essendo conservatore accreditato Marno srl svolge dunque attività di conservazione per le organizzazioni del SSN e per la PA in genere, garantendo elevati standard di qualità e sicurezza in conformità alle norme vigenti.

La soluzione software della Marno srl, denominata eSignum, le cui funzioni sono integrate con quelle della piattaforma recepta, deputata alla gestione del complesso di procedure per l’archiviazione documentale.